Viaggiare da soli: quali sono i pro e i contro?

viaggiare da soli andoutcomesthegirl

L’altro giorno nelle stories del mio Instagram vi avevo chiesto se potesse interessarvi un articolo riguardo al viaggiare da soli: visto che il sondaggio ha ottenuto il 90% di sì, eccoci qua.

Cercherò di raccontarvi l’esperienza dal mio punto di vista (ma non solo), ovviamente ognuno di noi è diverso e ha un proprio carattere, perciò potrebbe essere una cosa che non tutti si sentirebbero di fare ma che io raccomando caldamente: mettetevi comodi!

Innanzitutto, quando ho iniziato a viaggiare da sola?

Il mio primo viaggio in solitaria è stato nel 2015, a Roma. Volevo da tempo visitare la città eterna e così ho pensato “perché non andarci per una settimana in pieno agosto?” (😂). Bene, già da qui voi penserete che io sia pazza ma amo il caldo e l’estate, perciò non è stato un problema.

Naturalmente, essendo la prima volta, ho cercato di organizzarmi il più possibile facendo anche delle scelte oculate pensando soprattutto a come avrei dovuto essere in sicurezza, specialmente la sera.
Infatti, viaggiare da soli e in particolare da sole, potrebbe esser visto come pericoloso ma basta stare attenti.

viaggiare da soli a roma
Primo viaggio da sola a Roma nel 2015

Di natura sono una persona a cui piace molto pianificare e organizzare, in tutti i miei viaggi mi sono sempre documentata per scegliere il posto migliore dove stare, cosa vedere, come suddividere le giornate, e così ho fatto anche la prima volta con Roma.

Consigli di organizzazione per viaggiare da soli

I primi step del viaggiare da soli sono secondo me i seguenti:

  1. Trovate una meta in cui si sa che ci si sentirà a proprio agio e che non ci fa paura: io non penserei di andare in Vietnam da sola come primo viaggio in solitaria, ad esempio

  2. Scegliete una destinazione comoda da raggiungere e in cui potersi spostare a piedi o con i mezzi pubblici: è molto meglio che doversi noleggiare un’auto da soli (cosa che diventerebbe costosa). Per questo i viaggi in capitali europee o città italiane sono ottimi per iniziare

  3. Lasciate andare i timori e pensate che sarà un’esperienza unica!

Di base io sono una persona che ama anche stare da sola, è ovvio che nessuno mette in dubbio che un viaggio in compagnia sia decisamente più divertente, ma questo non significa che non si possa imparare ad apprezzare un’avventura con sé stessi.

mosaico andoutcomesthegirl viaggiare da soli

Pianificare

Una volta che avete deciso dove andare, è il momento di pianificare il vostro viaggio. I punti chiave che mi sento di consigliarvi sono:

  1. Prenotate il vostro treno o volo. Per i voli io consulto sempre il comparatore di prezzi Skyscanner per trovare l’offerta e la compagnia migliori

  2. Individuate una zona centrale ma non troppo in cui alloggiare: per spendere meno è meglio restare fuori dal pieno centro, tuttavia per evitare problemi al rientro dopo cena, meglio scegliere un posto con una metro vicina. Poiché i costi delle camere singole sono sempre più alti delle doppie, vi consiglio di optare per un Airbnb , un ostello o un affittacamere, in alcuni viene anche offerta la colazione!

  3. Registrate il vostro viaggio sul sito ViaggiareSicuri, in particolare se andate all’estero

  4. Fate un elenco delle cose che volete visitare: musei, monumenti, piazze, chiese, i migliori punti panoramici, locali in cui mangiare, e così via. Non andate allo sbaraglio, potreste sentirvi sopraffatti dall’ansia!

  5. Suddividete la città o il paese in cui viaggerete in zone: questo vi aiuterà a gestire al meglio gli spostamenti e ad ottimizzare il tempo. Per esempio un giorno visitate la zona nord ovest, il giorno seguente la nord est, sempre tenendo in considerazione il vostro punto d’appoggio.

mosaico andoutcomesthegirl viaggiare da soli estate

Fare la Valigia

Non sottovaluterei l’importanza del bagaglio. Viaggiare da soli deve essere confortevole e non bisogna rischiare una commozione cerebrale per caricare la valigia sulla cappelliera di un treno. E’ importante scegliere uno zaino capiente o un trolley medio-piccolo con solo l’indispensabile di modo che sia leggero.
Il primo viaggio in solitaria potrebbe essere un weekend lungo, 3 o 4 giorni al massimo, quindi una valigia non troppo pesante è facile da gestire. In questo articolo vi avevo raccontato come organizzare al meglio una valigia per un fine settimana.

💡 TIP: Non dimenticate la musica e un buon libro per passare il tempo durante gli spostamenti!

PRO del viaggiare da soli

La libertà di fare ciò che si vuole nel tempo che si vuole. | Durante il mio primo viaggio nella capitale ho trascorso all’incirca 6 ore dentro ai Musei Vaticani, ero affascinata da ogni cosa che vedevo lì dentro. Fossi stata in compagnia, avrei dovuto probabilmente visitare il museo molto più in fretta!
Ci si può alzare e fare colazione come e dove si preferisce, lo stesso vale per il pranzo che può essere un gelato camminando alle 15.00 del pomeriggio.
Scandire la giornata con i propri tempi è assolutamente fantastico.

Le persone sono curiose e attente a chi viaggia da solo. | Mi è capitato che mi scambiassero per una spagnola, e questa cosa è stata molto divertente. Volendo si può anche fingere di essere stranieri, potete diventare chi preferite ogni giorno! Io per esempio ogni volta che ordino da Starbucks mi invento un nome diverso (bi o tri polare? può essere haha)

Si può camminare ad oltranza senza che nessuno si lamenti. | Io mediamente quando viaggio da sola sto in giro 12 ore e cammino 20km; quando mi capita di essere con altri, faccio a malapena 15km.

viaggiare da soli a roma
Secondo viaggio da sola a Roma nel 2016

CONTRO del viaggiare da soli

Si spende di più. | Non ci sono storie, viaggiare da soli è tendenzialmente più costoso. Non si può dividere un taxi, noleggiare un’auto sarebbe da pazzi, la stanza singola ha sempre il sovrapprezzo, non si può usufruire delle offerte 2×1 che ci sono in alcune città (ad esempio Londra).

Al ristorante vi guardano strano. | Quando entrate in un locale e chiedete “un tavolo per favore” e il cameriere “per quanti?” e rispondete “uno”… beh, vi guardano strano. Gli altri commensali a volte potrebbero giudicarvi ma è in quel momento che sentite il vostro potere di libertà, quasi vi sentite supereroi perché avete le palle di stare da soli e non ve ne vergognate.

Non avete nessuno con cui parlare e può capitare di annoiarsi. | A volte può succedere di non riuscire a fare una vera conversazione con qualcuno per ore, addirittura giorni. Questo è un punto molto importante secondo me, saper stare da soli con sé stessi può essere una cosa non facile per tutti. Credo che sia fondamentale imparare a farlo per questo motivo viaggiare da soli è un’esperienza formativa per noi stessi.

Uscire la sera dopo cena può essere difficile. | E’ normale che non piaccia a nessuno andare in un pub o una discoteca da solo. Qui sta a voi capire se volete lanciarvi in questa esperienza – con le precauzioni del caso e stando attenti a chi poi attacca bottone.

Nessuno può farvi delle foto (decenti) | Per chi cerca fotografie di qualità e non immagini storte e sfocate, questo è un problema. Dotarsi di cavalletto leggero e portatile è una soluzione pratica ed economica, così da avere lo scatto perfetto anche se si è da soli!

viaggiare da soli in sardegna
Giro in zona Alghero 2016

Raccontarsi sui social o tenere un journal

Il vostro viaggio da soli può diventare un’occasione per parlare al vostro pubblico sui social. | Dal momento che non avete un compagno di avventura al vostro fianco, avrete più tempo da dedicare a Instagram stories per mostrare il vostro itinerario. Oppure potreste tenere un journal, fisico o virtuale come un blog, in cui fare un po’ di storytelling della vostra esperienza.
Aiuta a sfogarsi e a mantenere una connessione col “mondo esterno”, perché viaggiare da soli è come crearsi un “mondo interno” di cui voi siete i protagonisti.

Il punto di vista di 2 creators

Voglio però darvi un paio di opinioni esterne riguardo al viaggiare da soli: una del caro vecchio mr.no.bo.dy (lo trovate su Youtube e Instagram) che sicuramente in fatto di viaggi solitari ne sa parecchie; e una di Federica, una travel blogger che ha risposto al mio sondaggio su IG e che non ha mai viaggiato da sola.

mr.no.bo.dy

“Non mi piace rinunciare a un’avventura soltanto perché i miei amici non possono venire con me. Un viaggio da solo ti rende indipendente, non devi aspettare qualcuno che faccia le cose per te e ti ritrovi a doverti mettere in gioco se vuoi mangiare, trovare un hotel o fare un’escursione. Viaggiare da soli fa maturare, ti forgia un po’ il carattere. Farlo per lavoro è un po’ diverso perché ti manca il push iniziale.” mi racconta MR.

“Contro in realtà non ce n’è, se ti organizzi bene se ne va l’unico contro che hai ovvero che sei da solo. L’essere soli ti spinge anche a fare nuove conoscenze in maniera molto più facile, perché quando sei con qualcuno magari non parli con i locals, non vai in ostello ma preferisci un albergo. Alla fine incontri sempre qualcuno, poi ci sono ad esempio i free walking tour dove conoscere gente. E’ più facile se sei solo. Le prime volte puoi sentirti magari effettivamente solo ma è anche una cosa che stavi effettivamente cercando.”

itsfederrica

“Non mi è mai capitato di fare un viaggio da sola perché amo la condivisione. Mi piace trovarmi di fronte ad una paesaggio, un quadro, un monumento che sia e chiacchierarne e discuterne con chi sono li. Trovo la condivisione arricchente. Ovviamente viaggio solo con chi mi trovo bene, chi ha i miei  stessi interessi per la cultura, e con chi viaggia in maniera simile a me. Quindi no viaggi di gruppo stile avventure nel mondo: ci sono stata una volta e mai ci andrò più.” mi dice.
Ma quali sono 1 pro e 1 contro del viaggiare da soli secondo Federica? “Un pro del viaggio da solo è sicuramente che decidi tutto te, tempistiche, cosa vedere, itinerario. I tempi sono tuoi. Un contro è che non hai nessuno per chiacchierare e condividere 😊.

Insomma, vi ho convinti a lasciarvi andare? Dove andreste per il vostro primo viaggio in solitaria?

Se avete già viaggiato da soli, quali sono secondo voi i pro e i contro che non ho inserito in questo articolo?

Silvia AndOutComesTheGirl

Your next reading...

Dimmi cosa ne pensi! ;)