Who is the girl?

silvia_andoutcomesthegirl

Silvia.

Sono una 31enne e vi scrivo da Milano, Italia.

Beh, nella mia vita ho fatto diverse cose.
Mi sono diplomata al Liceo Scientifico ma con la matematica non ci sapevo proprio fare. Andavo bene solamente in storia dell’arte e ho sempre amato le lingue: ho studiato inglese e francese quando poi, nel 2006, mi sono iscritta alla facoltà di Lingue e Letterature Straniere alla Statale di Milano.

In quell’anno ho continuato a studiare inglese ed ho aggiunto lo spagnolo ma, dopo aver assistito a lezioni di glottologia ho deciso che quella non era la strada per me. Mi sono laureata alla fine? Ahahah, no.

Per caso ho scoperto un corso di fotografia organizzato gratuitamente dal comune, ho fatto il colloquio pensando che non mi avrebbero mai presa nella classe dei 30.

E invece un giorno ho ricevuto una telefonata: ero stata ammessa alle lezioni!  Ho frequentato quindi il Corso Post Diploma di Fotografia Digitale e Fotoritocco della durata di 1 anno a cui è seguito uno stage dal fotografo Stefano Oppo.

Il mondo della fotografia è tanto affascinante quanto difficile da intraprendere con una carriera lavorativa, perciò mi son ritrovata al mio primo impiego: receptionist e tuttofare nello showroom di Dsquared2.
Dopo quasi 2 anni mi sono spostata in un’agenzia creativa e di pubblicità, facevo la office manager ma mi occupavo anche di contenuti per newsletter e blog di un sito travel.

Da lì ho avuto l’opportunità di provare a occuparmi di pianificazione digitale, grazie ad un’eccellente maestra. E, dal 2009, mi occupo di Digital Media e ormai sono 7 anni che pianifico advertising sul web per clienti italiani ed internazionali.

Dopo aver tentato di studiare giapponese da autodidatta, per non farmi mancare niente, nel 2013 mi sono iscritta ad un corso di russo che ho seguito per 1 anno e mezzo.

Nel tempo libero ho collaborato come fotografa & content editor per un magazine di musica rock di un amico, RagePunk.com, scrivendo review di album e reportage di concerti.

Nella vita personale infatti mi definisco rocker! Ma soffro anche della sindrome wanderlust e sono beauty addicted ed è di questi temi che voglio parlarvi nel blog che state leggendo.

punk rock saved my life

Tra i miei viaggi: Barcellona x3, Valencia, Malaga x2, Tarifa x2, Gibraltar, Cadiz, Madrid, Londra x3, Lubiana, Copenhagen, Otok Krk (Croazia), Rjieka, Firenze x4, Bologna x4, Venezia, Sirmione, Vienna, Monaco di Baviera, Praga x2, Ginevra, St. Moritz, Colonia, Avignone, Montpellier, Budapest, Portogallo (2.200km in Algarve), Bormio, Parigi x2, Stintino,

Palau, Costa Smeralda (1.000km), arcipelago de La Maddalena, Otok Rab (Croazia), Buenos Aires, Zurigo, New York City, Sicilia, Verona x2, Salento, Lecce, Roma x5, Torino x2, Siviglia, Groezrock ’16, Anversa, Alghero, Vicenza, Padova, Reading, Los Angeles.

Prossime fermate:  maybe Lisbon, who knows…

Silvia_firma

42 commenti

  1. Rock on girrrrrrl!! Anche io smo viaggiare super yeah!!! Bel blog, grazie per esserti iscritta al mio….avrei qualche domanda da farti, dove posso scriverti cara?

    1. Ciao Daniela, ma grazie! Che carina, mi fanno davvero piacere le tue parole e il fatto che il blog sia di tuo gusto 🙂 io non sono mai soddisfatta hehehe
      Sicuro vado a curiosare dalle tue parti, se ti va di seguirmi mi faresti contenta! Baci. Silvia

  2. Se perfino i Rancid consiglierebbero questo blog, chi sono io per non dargli ascolto?!
    Ho letto il tuo nick sotto ad un mio post e non ho potuto fare a meno di venire a sbirciare! 😉

    1. Ciaoo!! Beh nella mitica e stupenda Sardegna mi mancano un sacco di posti..ma spero di tornarci prestissimo!! L’adoro..me ne sono innamorata ;))
      Grazie per essere passata, ora vado a curiosare sul tuo blog
      S.

  3. Io adoro Kill Bill, anche se devo dire che ho cominciato ad apprezzarlo dopo la 2/3 visione… chi si arrende alla prima visione non può apprezzarlo! Almeno per me è stato così 🙂

    1. Io non so quante volte ho visto i due Kill Bill ma li ho amati da subito *_* Difatti, in generale, Tarantino è anche uno dei miei registi preferiti 🙂 la maggioranza dei suoi film sono capolavori!

    1. Ahah tu sì che mi capisci bene! Quanto abbiamo sognato e fantasticato da ragazzine, per poi trovarci tu alle prese con assurdità varie ed eventuali e io a lavorare sempre gratis! Santa pazienza!
      M.

  4. Pingback: Gregory Smith

Dimmi cosa ne pensi! ;)