Like a Rolling Stone. E #lamusicaringrazia

Finalmente, dopo un weekend un po’ impegnativo a livello alcolico, sono qui a raccontarvi l’evento a cui ho partecipato giovedì sera (quindi sì, il mio fine settimana ad alta gradazione ha avuto inizio con un giorno di anticipo).
All’Alcatraz di Milano è stato presentato il nuovo Rolling Stone Magazine. Non so quanti di voi usano comprarlo in edicola o quanti lo hanno fatto in passato, ma anche se stiamo vivendo l’era dei kindle, dei tablet e degli smartphones nessuno dovrebbe togliersi il piacere di sfogliare qualche pagina cartacea.. non solo di libri, ma anche di giornali. E secondo il mio modestissimo parere, Rolling Stone potrebbe essere un valido e ottimo incipit.
Ovviamente la location si presta ad accogliere molta gente e difatti il locale era bello guarnito, ho rivisto Ringo Dj (di Virgin Radio, ndSilvia – potete vedere una foto di repertorio rock qui), c’era inoltre una quantità di fighi inquantificabile (niente foto di repertorio in questo caso, I’m sorry) e Olly, ex cantante degli Shandon – e attualmente dei The Fire e sicuramente di qualche altro milione di band.
In effetti l’invito prometteva, oltre al cibo che abbiamo scofanato, anche live music il che non guasta mai.

Olly - The Fire 3

Il soffitto dell’Alcatraz era adornato dalle pagine del primo numero a grandezza Godzilla, moltofigomoltobello.

IMG_3808

IMG_3810

IMG_3814

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with f2 preset

IMG_3809

C’era poi il corner per la foto official style con lo sfondo da veri VIPsss, ovviamente ho fatto anche io la mia figura di poo poo shit al costo complessivo di una simpatica maglietta targata Rolling Stone – #lamusicaringrazia (hashtag ufficiale).

IMG_3820

Dopo qualche cannolo, un paio di bignè al cioccolato e qualche vodkafragolaelemonsoda, sale sul palco una tale di nome Marianne Manage che, scusate l’ignoranza, non sapevo manco chi fosse. Ma devo ammettere, bella voce anche se il genere non mi appartiene.

IMG_3815

IMG_3816
Poi ecco che si rivela la presenza di Olly, che sale sul palco con la sua (nuova?) band e ci fa ascoltare sempre della buona musica.

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with c1 preset

Ho dimenticato di dirvi che la serata era open bar e per evitare disastrose conseguenze ho deciso di abbandonare la nave verso mezzanotte, troppo presto lossò. Sono zompata sulla mia Enjoy e sono tornata a casa con un giga poster della MUSICA che potete gentilmente visualizzare qui sotto in (un’altra) immagine di repertorio personale.

IMG_3818

Non vedo l’ora di avere una casa mia per incorniciarlo e dedicargli una parete tutta sua.
S.

Processed with VSCOcam with t1 preset

You may also like

Nessun commento

  1. Anche io sono un’assidua lettrice di questa rivista, anche se mi dispiace trovare troppe pagine di pubblicità e poco delle vecchie leggende che mi piacciono tanto. 🙂

    1. Hai ragione, la pubblicità fa parte però di quelle fonti che permettono alla rivista di sopravvivere 😛 e anche io (o meglio i miei colleghi) facciamo parte degli stronzi che intasano le riviste e internet di cose che rompono le balle hahaha

    1. anche io, fosse per me…però non ci sono sempre concerti interessanti hehe
      mm io RS lo prendevo ogni tanto qualche anno fa..ora devo ammettere che non compro nessun magazine haha
      però ogni tanto fa piacere aver qualche rivista tra le mani

          1. nooooo per chi mi hai preso?!? non sono ancora ai livelli delle ragazze londinesi che camminano a piedi nudi di notte per camden town con le bottiglie spaccate sul marciapiede.
            però al venerdì e al sabato qualche cocktail non lo disdegno. la tequila sì però, e l’ho imparato questo weekend :O
            tu che usanze hai?

          2. non vorrei deluderti ma io sono astemio totale, comunque non credo che qualche sbevazzata in compagnia faccia male, l’importante è non svaccare riducendosi ai minimi termini. Non bevo perché non mi piace ma non faccio crociate moraliste contro l’alcol, sia chiaro.

          3. bravo fai bene. io in realtà da più giovane bevevo spesso cocktail, poi negli ultimi anni sono andata più sulla birra (ma sempre in quantità limitate eh, massimo una media, non pensare). devo ammettere nonostante questo che negli ultimi mesi ho ripreso con i cocktail e i superalcolici durante il weekend…e ho passato anche bruuuutti weekend ahahah
            però son sempre quella deputata alla guida perciò posso far ben poco.. 😉

          4. se devi guidare fai bene a tenerti, non ho mai bevuto perché non ne ho avuto modo, ho sempre fatto sport da ragazzo, poi da adulto ho continuato con gli estremi e lì il cervello conta più del fisico. Trasgredisco quando mangio pesce, mezzo bicchiere di bianco perché proprio l’acqua mi pare un insulto al palato 🙂

  2. Senza dubbio una bella festa, avrei partecipato volentieri! Ma Rolling Stones c’è da dire che non è più quello di una volta, ormai è troppo dipendente dal mercato. Ed è un peccato.

    1. Hai ragione ma immagino che non dipenda dalla redazione ma da personaggi un pò più in alto… 🙂
      Diciamo che però RS rimane uno dei pochi magazine musicali che vale la pena acquistare…di tanto in tanto!

  3. Fedele lettrice di Rolling Stone, presente. Che bell’evento, ti sto invidiando un sacco. Musica dal vivo, Rolling Stone, brava gente e open bar, ma che è il giardino dell’eden?! Ahhhhh.

    1. Ma oltre a brava gente direi bella gente 😀 haha
      Beh ogni tanto lavorare nella pubblicità hai suoi vantaggi..E’ stata proprio una bella serata!
      Hai già visto allora il nuovo numero di RS?

Dimmi cosa ne pensi! ;)